fbpx

Programma Gol, il dirigente al Lavoro smentisce i consulenti: “Bandi a breve”

Gaetano Sciacca, a capo del Dipartimento Regionale del Lavoro, risponde alla Consulta dei Consulenti del lavoro della Sicilia che ieri aveva denunciato il rischio di perdere i 94 milioni di euro del Pnrr per il programma Garanzia occupabilità lavoratori. E i 17 mila posti di lavoro sarebbero "percorsi formativi"

“Spiace rilevare il contenuto del Comunicato stampa diramato dalla Consulta regionale Consulenti del lavoro della Sicilia, rilasciato dall’Ufficio Stampa che riporta le dichiarazione rese dal presidente nazionale della Fondazione Consulenti per il lavoro”. A scriverlo è Gaetano Sciacca, a capo del Dipartimento Regionale del Lavoro, dell’Impiego, dell’orientamento, dei servizi e delle attività formative. Nel comunicato diffuso ieri i Consulenti denunciavano infatti i ritardi della Regione sul programma “Garanzia occupabilità lavoratori”, in breve Gol, che metterebbe a rischio l’intero programma a livello nazionale. La risposta di Sciacca prosegue lamentando che il comunicato sia giunto “malgrado l’incontro svoltosi a Enna durante il convegno regionale organizzato dalla stessa Fondazione Consulenti per il lavoro, a cui ha preso parte questa Direzione Generale del Dipartimento Lavoro, con Anpal e il Ciapi, alla presenza dell’Assessore Regionale al Lavoro, in cui sono stati presentati e confrontati gli aspetti attuativi del Programma Gol in Sicilia, nonché le relative coperture finanziarie, unitamente agli obiettivi fissati nel cronoprogramma, nel richiamato Comunicato Stampa viene riportato altro, esprimendo tra l’altro la preoccupazione dei Consulenti del Lavoro circa la presunta impossibilità di raggiungere gli obiettivi fissati al 31/12/2022”.

Gli avvisi sarebbero già pronti e “pubblici a breve”

Il comunicato del dirigente “coglie quindi l’occasione per fare chiarezza, riportando gli elementi citati nel Comunicato Stampa richiamato al reale ancoraggio programmato nel Par Gol Sicilia e alla effettiva operatività delle strutture che stanno operando sul territorio regionale”. Secondo quanto scrive il Dipartimento al Lavoro “i 94 milioni di euro della dotazione finanziaria prevista nel Par Gol Sicilia riguardano gli Avvisi già esitati dai 3 Dipartimenti Regionali: Lavoro, Formazione e Famiglia, che sono già al vaglio dell’Anpal dallo scorso mese di agosto e non appena verranno restituiti alla Regione Siciliana verranno prontamente pubblicati. Le misure previste in ciascun Avviso dispiegheranno la loro azione fino al 2025, quindi non è previsto che vadano spesi entro il 31/12/2022”. La Regione chiarisce inoltre che “l’obiettivo al 31/12/2022 è rivolto all’assessment dei beneficiari di Reddito di Cittadinanza, Naspi- DisColl e Asu, nella misura di 64.680 unità, dato che, rispetto all’operatività messa in campo già dal mese di agosto dai Centri per l’Impiego, viene monitorato giornalmente e rispetto al quale il raggiungimento dell’obiettivo è previsto per la fine del mese di novembre, così come peraltro condiviso recentemente nel confronto sul monitoraggio nazionale avuto con Anpal”.

“Non si capisce quale sia la fonte delle 17 mila assunzioni”

La Regione interviene inoltre su problema dell’occupabilità d 17 mila persone requisito necessario, a detta dei Consulenti, per avere i fondi, “l’ulteriore obiettivo da raggiungere entro il 31/12/2022 è quello di avviare a formazione 17.248 beneficiari, dei 64.680 che hanno effettuato l’assessment con il Cpi (6.468 dei quali saranno avviati ai percorsi formativi per il rafforzamento delle competenze digitali). Per quest’ultimo obiettivo si rassicura che oltre agli Avvisi, di cui come detto si attende la restituzione da Anpal, sono state già predisposte le piattaforme digitali di gestione, quindi non vi è nessun ritardo rispetto al cronoprogramma delle attività previsto”. Relativamente alle “17.000 assunzioni da effettuare entro il 31/12/2022, citate nel Comunicato della Consulta regionale Consulenti del Lavoro, non se ne comprende la fonte, molto probabilmente si intendeva riferirsi ai percorsi formativi sopra citati. In ogni caso, per quanto sopra rappresentato, si intende rassicurare la platea dei Consulenti del Lavoro che prenderanno parte alla sesta edizione del premio “Giovanni Cumbo”, che non vi sono altri obiettivi previsti dal programma Gol rispetto alla scadenza del 31/12/2022 e si rassicura altresì che i Centri per l’Impiego stanno già operando in linea con il cronoprogramma previsto per il pieno raggiungimento degli effettivi obiettivi previsti da raggiungere entro il 31/12/2022”, conclude il comunicato del dirigente Gaetano Sciacca.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
331FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli