fbpx

Sfratti, a Catania nel 2021 sono aumentati del 45,16 per cento

Un aumento allarmante secondo il sindacato degli inquilini rispetto al periodo precedente quello certificato dai dati del ministero dell'Interno. E il Sunia chiede l’istituzione di una Commissione prefettizia provinciale per la graduazione degli sfratti

Secondo i dati del Ministero dell’Interno sull’andamento degli sfratti in Italia per l’anno 2021, la città di Catania registra un aumento del 45,16 per cento rispetto al periodo precedente. Lo segnala il Sunia di Catania. Per la segretaria provinciale Agata Palazzolo, “i dati a nostra disposizione, seppure parziali, confermano per il 2021 una grave e preoccupante ripresa delle  richieste e delle effettive esecuzioni degli sfratti, non solo di quelli per morosità, spesso incolpevole, ma anche di quelli per finita locazione e per la recente tendenza di numerosi proprietari che stanno dirottando immobili verso il mercato delle locazioni turistiche, sottraendoli così ai residenti e quindi contribuendo  all’espulsione dei ceti meno abbienti dai centri urbani che offrono maggiori servizi ed opportunità, verso le  parti più marginali della città, concentrando disagi e incrementando disuguaglianze”.

Sfratti incolpevoli dovuto alla pandemia e alla crisi

Gli sfratti incolpevoli sono causati dalla ricaduta socio-economica della pandemia (ma anche dalla mancanza di risposte di natura strutturale da  parte del Governo), dall’aumento dei costi delle utenze e dalla situazione economica internazionale. Per contrastare questa pericolosa deriva il Sunia ha chiesto alla prefettura e all’amministrazione comunale di Catania, l’istituzione di una Commissione prefettizia provinciale per la graduazione degli sfratti in modo da garantire il passaggio da casa a casa. È necessario, secondo il sindacato, un censimento dei beni immobili dismessi e non utilizzati, di proprietà pubblica, per verificare la possibilità di utilizzarli ai fini abitativi. Il Sunia chiede il riavvio dell’Agenzia casa con formule che la rendano più efficaci e con un numero ragionevole di alloggi disponibili, la creazione di una mappatura dei beni immobili confiscati alla mafia ed il loro utilizzo ai fini abitativi, la programmazione di un piano pluriennale che permetta la realizzazione di nuovi alloggi di edilizia pubblica.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli