fbpx

Shopping online, le regole per evitare truffe. Occhio alle carte

“Acquisti online sì, ma con prudenza”. È l’appello lanciato in occasione delle festività da Federconsumatori, che ha raccolto le segnalazioni degli utenti relativamente alle truffe sullo shopping digitale. Il settore, come segnalano i centri studi, ha vissuto nel 2020 un vero e proprio exploit. Le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria hanno portato ad un incremento degli acquisti online superiore al 90 per cento. Ma nelle maglie della rete si nascondono anche molte insidie. Che possono essere evitate seguendo alcune “regole base di prudenza”, scrive l’associazione dei consumatori.

Fidarsi è bene…

Per prima cosa, quando si vuole acquistare in rete, occorre “controllare il prezzo, non solo prima di comprare”. Un prezzo troppo basso rispetto alla concorrenza dovrebbe “sempre accendere il dubbio nel consumatore”. Un forte sconto, utilizzato dal sito per attirare l’attenzione, potrebbe nascondere un precedente rincaro. Per questo è bene, rimarcano dall’associazione “monitorare nel tempo le variazioni del prezzo” di ciò che si vuole comprare. Sarebbe preferibile controllare “su più siti di vendita”. In generale, è bene “comprare solo da siti e venditori affidabili”. Buoni indicatori possono essere le recensioni, la capacità del venditore di fornire informazioni sul prodotto e la presenza di metodi di pagamento tracciabili (bonifico, carta di credito, PayPal). Sarebbe bene controllare anche le referenze del venditore: indirizzo fisico, partita Iva, numero di telefono, servizio clienti. Se queste informazioni non fossero disponibili, “meglio sceglierne un altro” raccomanda l’associazione.

Leggi anche: Natale a sostegno dell’economia locale. La campagna di Confartigianato

Meglio usare carte ricaricabili

Federconsumatori invita a preferire “venditori con sede legale in Italia”, o al limite nell’Unione europea. Questo può tornare utile in caso di contenzioso, essendo più difficile rivalersi su un venditore estero. Attenzione poi a “scegliere il giusto metodo di pagamento”. Sono a rischio le carte di credito o debito, visto che un cybercriminale potrebbe rubare i dati e svuotare il conto. Per questo è preferibili usare per gli acquisti online “solo carte ricaricabili”. Se dovessero finire nelle mani sbagliate, non ci sarebbe nulla o poco da rubare. Un ulteriore accorgimento riguarda la sicurezza del sito di vendita. Un metodo molto semplice per sapere se sia sicuro o meno è controllare il suo indirizzo. Una S può fare la differenza. “Se inizia per ‘Https’ è sicuro, se inizia per ‘Http’ non lo è”. Attenzione comunque, il fatto che il sito sia in “Https” non ne garantisce l’fficialità. I cybercriminali riescono ormai ad imitare alla perfezione i siti e le app ufficiali. Un buon metodo per evitare truffe è evitare i siti sponsorizzati, così come le app che richiedono permessi di accesso completi allo smartphone. “Mai scaricare app se non dagli store ufficiali”, avverte Federconsumatori. Al contrario, bisogna controllare attentamente “le informazioni sullo sviluppatore” prima di farlo.

Leggi anche: Il digitale pesa come il contagio: in Sicilia la fase 2 sarà lenta

Conservare i dati

Occhio ai siti che offrono coupon e buoni sconto, e che chiedono di inserire dati personali per offrirli. Spesso, infatti, si rischia di “regalare i dati a uno sconosciuto”. Non sempre attendibili sono poi i forum e i gruppi Facebook. “I venditori più seri chiedono agli acquirenti di pubblicare nel gruppo le foto della merce acquistata e una breve recensione”, ricorda Federconsumatori. La regola aurea, nel caso in cui si pensi di essere vittime di una truffa digitale, è rivolgersi alla Polizia postale e avere la tracciabilità dell’acquisto. In questi casi è bene conservare “tutto il materiale necessario a dimostrare che c’è stato un acquisto, di quale prodotto, a quale prezzo”.

Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,008FansMi piace
313FollowerSegui
190FollowerSegui
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultimi Articoli