fbpx

Sicilia, le “farmacie rurali” diventano presidi del Servizio sanitario pubblico

Le strutture saranno attrezzate per offrire assistenza ai cittadini, anche grazie ai fondi del Pnrr. In provincia di Palermo, informa Federfarma, sono 42 le attività coinvolte nell'iniziativa

Parte la Strategia per le Aree interne lontane dai presidi del Servizio sanitario pubblico, in attuazione della norma che mira a garantire a tutti i cittadini italiani pari livelli di assistenza sanitaria – sostenuta da Federfarma nazionale e adottata dal governo Draghi – che punta a fare evolvere le quattromila farmacie rurali sussidiate italiane dei Comuni con meno di tremila abitanti in presidi territoriali di erogazione di servizi sanitari di secondo livello. Presso queste strutture, che saranno adeguatamente attrezzate, sarà possibile ricevere servizi di assistenza domiciliare (compresi i teleconsulti) e farmaci finora dispensati solo da ospedali e Asp, nonché beneficiare della presa in carico e del monitoraggio dei pazienti cronici e della diagnostica con telemedicina.

Leggi anche – Regione, farmaci per patologie gravi distribuiti dalle farmacie convenzionate

Le risorse previste nel Pnrr

Il nuovo ruolo delle farmacie rurali sussidiate sarà quello di garantire risposte immediate alle molteplici e urgenti istanze di salute di queste comunità disagiate. Su iniziativa della ministra per il Sud, Mara Carfagna, il “Pnrr”, nella Missione 5, sostiene l’evoluzione delle farmacie rurali sussidiate tramite l’Agenzia nazionale per la Coesione territoriale, che sta definendo il bando, e la Sogei che sta predisponendo la relativa piattaforma e che, con Federfarma, sta mettendo a punto una struttura tecnica di assistenza per i farmacisti. L’iniziativa si aggiunge al decreto firmato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, che mira a sviluppare nelle farmacie servizi territoriali di telemedicina, quali prestazioni di elettrocardiogramma, Holter pressorio, Holter cardiaco e spirometria.

Leggi anche – Vaccini in farmacia, dal Governo 200 milioni. A Palermo diecimila dosi in due mesi

La situazione nel palermitano

Il segretario nazionale e presidente provinciale di Federfarma, Roberto Tobia, il presidente nazionale del sindacato delle rurali Sunifar, Gianni Petrosillo, e il presidente provinciale del Sunifar, Salvatore Cassisi, hanno avviato un’interlocuzione con le 42 farmacie rurali sussidiate della provincia di Palermo, fornendo indicazioni tecniche e operative per far sì che tutte siano nelle condizioni di aderire ai servizi, considerato che diverse aree presentano difficoltà tecniche che vanno superate velocemente.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli