fbpx

Sicilia, timori per la zona rossa. “Dati in peggioramento da cinque settimane”

L'indice di contagio nell'isola non è lontano dall'1,25 che farebbe scattare il cambio di colore. E le vaccinazioni per adesso non decollano

Non migliorano i dati della pandemia da Covid-19 in Sicilia. Secondo i dati dell’Ufficio statistica del Comune di Palermo, i nuovi positivi registrati la settimana scorsa sono stati oltre 7.800, il 12 per cento in più rispetto ai sette giorni precedenti. Due settimane fa l’incremento era stato del 20 per cento. Gli attualmente positivi sono poco meno di 23 mila, 119 in più rispetto ai sette giorni precedenti. Dati che mostrano, secondo il responsabile dell’ufficio Statistica, Girolamo D’Anneo, “per la quinta settimana consecutiva un peggioramento dell’emergenza sanitaria in Sicilia”.

Vaccinazioni da incrementare

Stando alle ultime rilevazioni, l’indice di contagio nell’isola sarebbe attualmente a 1,22, non lontano da quell’1,25 oltre il quale scatta automaticamente la zona rossa. Da tenere in considerazione anche il numero delle vaccinazioni. A oggi nell’isola sono state somministrate oltre 950 mila dosi di siero, su un milione e 200 mila consegnate. La percentuale supera di poco l’80 per cento, nella parte bassa della classifica delle regioni italiane. All’appello, come ricordato oggi da Musumeci, “mancano ancora centomila ultraottantenni”. Il comitato tecnico scientifico si riunirà come di consueto venerdì, per fare il punto della situazione. Pochi giorni per sapere quale sarà il colore dell’isola nelle prossime settimane.

Leggi anche – Covid, in 300 parrocchie siciliane il vaccino agli anziani

Aumentano le terapie intensive

Nel dettaglio, 21.600 positivi si trovano in isolamento domiciliare, 73 in meno rispetto alla settimana precedente. I ricoverati sono poco più di 1.300, di cui 171 in terapia intensiva. Rispetto ai sette giorni precedenti, prosegue il report, sono aumentati di 192 unità. I ricoverati in terapia intensiva sono aumentati di 18 unità. Nella settimana appena conclusa si sono registrati 77 nuovi ingressi in terapia intensiva. Il 12 per cento in più rispetto ai sette giorni precedenti, quando le terapie intensive erano state 69. Complessivamente i ricoverati rappresentano quasi il sei per cento degli attuali positivi. Lo 0,7 per cento di essi è in terapia intensiva.

Leggi anche – Vaccini Covid, in Sicilia 796 farmacie aderiscono alla campagna

Crescono i morti e i guariti

Cresce anche il numero dei guariti, oltre settemila in più rispetto alla settimana precedente. Ad aver superato la malattia ad oggi sono oltre 158 mila siciliani, l’85 per cento di coloro che si sono ammalati. Il dato, segnala l’Ufficio statistiche, “risente della correzione apportata il 9 aprile, quando sono stati caricati guariti che non erano stati conteggiati nelle ultime due settimane”. Stesso discorso per quanto riguarda i deceduti, che superano quota cinquemila dall’inizio della pandemia. La settimana scorsa sono stati 341, ma anche in questo caso il dato risente “della correzione apportata il 9 aprile, quando sono stati caricati deceduti che non erano stati conteggiati negli ultimi mesi”.

Leggi anche – Covid, Città metropolitana di Palermo in zona rossa da domenica fino al 22 aprile

Il pericolo della zona rossa

Quello che il presidente della Regione Nello Musumeci – assessore ad interim alla Salute – in una conferenza stampa convocata sabato, ha definito un “riallineamento” tra i dati delle Aziende sanitarie provinciali e quelli della Protezione civile. Nella stessa occasione Musumeci ha sottolineato che il pericolo di zona rossa non è affatto escluso. “Se la soluzione del palermitano dovesse estendersi ad altre due o tre zone della Sicilia, saremo costretti a chiudere”. Il riferimento è alla Città Metropolitana di Palermo, in zona rossa dalla mezzanotte di domenica. Le misura resterà in vigore fino al 22 aprile. Non è escluso che da lunedì l’isola possa seguirla.

Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,095FansMi piace
313FollowerSegui
218FollowerSegui
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultimi Articoli