fbpx

Sicindustria lancia premio Export Italia: “Due terzi delle aziende non esportano”

Il riconoscimento, che ha il patrocinio del ministero degli Esteri, sarà assegnato "alle aziende di maggiore successo in ambito internazionale", ma anche "alle figure professionali interne ed esterne che hanno contribuito al raggiungimento del risultato sui mercati esteri"

Sicindustria, partner di Enterprise Europe Network, ha ospitato oggi a Palermo la presentazione dell’edizione nazionale del Premio Export Italia, organizzato da Uniexport Manager e patrocinato dal ministero degli Affari esteri. Un riconoscimento destinato alle aziende di maggiore successo in ambito internazionale e alle figure professionali interne ed esterne che hanno contribuito al raggiungimento del risultato sui mercati esteri. La candidatura delle aziende è gratuita. Alla presentazione sono intervenuti Nino Salerno, delegato Internazionalizzazione Sicindustria/Enterprise Europe Network; Giuseppe Vargiu, presidente di Uniexport Manager; Massimo Cugusi, presidente Premio Export Italia (in collegamento video da Dubai); Michele Sabatino, delegato regionale Uniexport Manager e Premio Export Italia.

Sostegno alle aziende che esportano

“La possibilità di affacciarsi sui mercati esteri”, ha detto Salerno in apertura dei lavori, “è importante per qualsiasi impresa, ma lo è ancor di più per le imprese siciliane che hanno la necessità di trovare nuova linfa per far crescere le attività e le produzioni. Sicindustria, grazie anche al fondamentale supporto della rete Enterprise Europe Network, si è data molto da fare in questo senso, sostenendo le aziende che esportano e quelle che decidono di affacciarsi sui mercati internazionali. Raccontarne, poi, le storie è un modo per completare un percorso di eccellenza che deve diventare sempre di più patrimonio comune”.

Poche aziende sui mercati esteri

Basti pensare che in Italia, delle oltre 200 mila pmi con più di 10 addetti, solo 70 mila sono imprese esportatrici. Due terzi, quindi, non esportano ancora. La numerosità di imprese potenzialmente esportatrici che non hanno ancora avviato progetti di internazionalizzazione può essere stimata nell’ordine delle 100 mila unità. Molto spesso queste imprese non si sono affacciate sui mercati esteri perché non hanno consapevolezza delle proprie potenzialità. Ma questa scelta limita le loro possibilità di crescita dovendosi confrontare con un mercato, quello italiano, che da molti anni non sta registrando fasi di crescita significativa.

Un export manager in ogni azienda

“Il nostro obiettivo”, ha aggiunto Vargiu, “è proprio quello di esaltare il ruolo dell’export nell’economia del nostro Paese in un contesto economico globale e interconnesso come ormai va configurandosi in diverse aree di business. I mercati esteri sono cruciali per un numero sempre maggiore di imprese e possono rappresentare una nuova opportunità per tante altre, ma occorre avere delle competenze export qualificate. Portare un export manager in ogni azienda e documentare i successi e le storie vincenti non solo contribuisce a incrementare numero e valore delle aziende italiane esportatrici, ma diventa anche efficace politica di creazione lavoro”.

Gli investimenti sul marketing

“Per vincere sui mercati esteri”, ha sottolineato Cugusi, “è fondamentale che l’impresa sappia coniugare competenze di prodotto con adeguate competenze di marketing e commerciali. Il premio vuole quindi portare all’attenzione delle pmi che non hanno ancora investito a sufficienza in termini di marketing e processo commerciale, l’importanza che queste competenze hanno avuto nel successo delle imprese che hanno ottenuto i migliori risultati sui mercati. La storia delle pmi di successo diventerà il modo migliore per convincere le imprese ancora restie ad affrontare nuovi mercati, avendo tutte le carte in regole per affrontare questa sfida”.

Le fasi del concorso

Il premio assoluto sarà assegnato dal pubblico tramite il voto online attraverso il sito premioexportitalia.it. Parallelamente una giuria tecnica – formata da rappresentanti del mondo economico e imprenditoriale – conferirà alle aziende meritevoli ulteriori riconoscimenti di categoria nonché speciali (Startup, Impresa artigiana, Export collaborativo, Imprese digitali, Sostenibilità e ambiente). L’iter prevede fasi regionali di qualificazione e una finale nazionale. A conclusione delle fasi regionali, prevista a fine anno, si terrà una cerimonia alla presenza di tutti i soggetti premiati, nella quale verrà presentato un libro con le ‘Cento e più storie di successo dell’export italiano’. Un vero e proprio catalogo di buone pratiche a disposizione delle tante, troppe aziende che non hanno ancora saputo varcare i confini del mercato nazionale.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
341FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli