fbpx

Simulazione medica: riduce il rischio e abbatte i costi. Steps, l’expo itinerante

Provare e riprovare su un manichino prima di andare davvero in sala operatoria salva vite, rassicura e permette pure di risparmiare economicamente. Fare conoscere questa possibilità è l'obiettivo di Steps, la prima fiera itinerante dedicata alla simulazione in campo medico

Sembra strano, ma in ambito sanitario la preparazione dei medici non avviene con la simulazione. È obbligatoria per altre professioni come quella dei piloti d’aereo, ma non per gli operatori della Sanità. Ogni medico impara e affina la sua preparazione direttamente sui pazienti, con le conseguenti differenze tra chi riesce a maturare una grande esperienza in tema di interventi medici e chi invece o non ne ha o ne ha poca. La simulazione in ambito medico nasce per la rianimazione e il primo soccorso, ma ha fatto ampi passi avanti. Per mettere insieme le proposte delle aziende e le necessità degli operatori medici l’azienda catanese Paeda e associati ha organizzato Steps 2022 Simulation and Training Expo for Patient Safety ovvero il primo expo itinerante in tema di simulazione medica. “Il mercato è in continua evoluzione e la Sicilia ha tanto da dire” afferma il general manager di Paeda e associati, Davide Lenarduzzi intervistato da FocuSicilia.

Guarda l’intervista completa

Eccellenza a Caltanissetta

Negli ultimi anni si è andati molto avanti con la tecnologia e si riesce a riprodurre corpi o porzioni o singoli organi davvero realistici su su ci si può esercitare. In questo modo aumentano le probabilità di successo ma anche la fiducia dei cittadini e il risparmio economico. “Agevola nell’attrattività dei migliori medici, nell’avere condizioni assicurative migliori, nell’avere un blasone, ma anche a risparmiare in termini di acquisto di cadaveri su cui fare esperienza”, secondo Lenarduzzi. Tutto a fronte di investimenti “del tutto accessibili che si ripagano molto velocemente”. La Sicilia non è del tutto estranea alla simulazione in campo medico, anzi. A Caltanissetta, in particolare, c’è Cemedis, il Centro mediterraneo di simulazione della Regione siciliana che esiste dal 2016. Le sue potenzialità, però, non sono ancora del tutto sviluppate. “Potrebbe diventare un punto di riferimento anche per tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo”. Lo scopo è quello di utilizzare la tecnologia per abbattere i numeri degli insuccessi aumentando l’esperienza di tutti i medici e rassicurando i pazienti.

Leggi anche – Salute, i servizi per i pazienti migliorano se gli operatori sanitari sono soddisfatti

Dai film alla realtà

Pensiamo ai grandi film e telefilm americani dedicati alla medicina in cui si vede spesso simulare prima di intervenire. Ecco, è davvero possibile passare dai film alla realtà e in parte lo si è già fatto, ma occorre prima di tutto crederci, cambiare paradigma mentale e invertire il modus operandi utilizzato fino adesso. E questo è uno degli obiettivi di Steps. A bordo di una nave da crociera porterà la nuove tecnologie agli operatori. “Si stanno facendo passi da gigante e l’Italia, che è riconosciuta a livello internazionale come un’eccellenza, vuole implementare la presenza di questi centri di simulazione. Ogni ospedale dovrebbe avere un proprio centro per rendere continua la preparazione e l’aggiornamento dei propri medici”, dice Lenarduzzi. Le risorse del Pnrr potrebbero sicuramente dare una spinta in tal senso.

Leggi anche – Sanità, nuovi Ismett 2 e Cbrd. La Regione incontra il Ceo di Upmc

Non solo per i medici

Il primo evento fieristico e convegnistico itinerante si svolgerà dal 28 marzo al 4 aprile 2022. Un evento internazionale che toccherà sei città di quattro nazioni europee: Genova, Civitavecchia, Palermo, La Valletta, Barcellona e Marsiglia. La tappa palermitana è prevista il 30 marzo. Una settimana di “contaminazione con un contenuto specialistico, una vera e propria sala espositiva nel cuore delle città europee che non si rivolge solo ai medici ma anche a tutto quel mondo che poi decide davvero se intraprendere o no la strada per un centro di simulazione. Tutto grazie anche al partner del progetto Msc crociere”. Per maggiori informazioni, prenotare la propria visita o proporsi come standista c’è il sito www.steps.show.

- Pubblicità -
Desirée Miranda
Nata a Palermo, sono cresciuta a Catania dove vivo da oltre trent'anni. Qui mi sono laureata in Scienze per la comunicazione internazionale. Mi piace raccontare la città e la Sicilia ed è anche per questo che ho deciso di fare la giornalista. In oltre dieci anni di attività ho scritto per la carta stampata, il web e la radio. Se volete farmi felice datemi un dolcino alla ricotta

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
256FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli