fbpx

Sostenibilità, dalla Regione risorse per i Comuni ancora privi di Piano energetico

Diciannove amministrazioni siciliane non hanno ancora adottato il Paesc. Con le risorse a disposizione potranno nominare un energy manager e dotarsi del documento

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei Comuni di Leni, Malfa e Santa Marina di Salina, per affrontare i temi afferenti alle competenze dell’assessorato. Tra le diverse opportunità presentate la disponibilità tra gli enti a promuovere comunità energetiche integrate nel territorio di Salina, che rappresenta  un esempio di isola-pilota per le azioni promosse dall’Unione Europea anche grazie al contributo dei Piani d’azione per l’energia sostenibile e il clima (Paesc) redatti con i fondi della Regione Siciliana.

Leggi anche – Regione, 25 milioni per imprese e professionisti danneggiati dal Covid

Oltre 300 Comuni interessati

In tale ottica il dipartimento dell’Energia ha promosso nel tempo azioni per dotare tutti i Comuni di un Paesc nell’ambito del “Patto dei Sindaci”, iniziativa della Commissione europea  per coinvolgere  e responsabilizzare le autorità locali nello sforzo congiunto di contribuire al perseguimento e al superamento degli obiettivi comunitari di miglioramento dell’efficienza energetica e di incremento dell’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile, introdotti con il pacchetto clima-energia.
Le amministrazioni locali siciliane che hanno aderito all’iniziativa del Patto si sono impegnate a presentare un Paesc con lo scopo di  ridurre le emissioni di CO2 entro il 2030. Con il primo decreto del 2018 è stato approvato il programma di ripartizione di risorse ai Comuni della Sicilia per la redazione del Paesc, che ha coinvolto ben 343 Comuni; con successivo provvedimento il numero dei Comuni è salito a 371.

Leggi anche – Disabilità psichica, dalla Regione oltre sei milioni ai Comuni per i ricoveri

Le modalità per partecipare

Al fine di coinvolgere gli ultimi enti locali rimasti esclusi, secondo il modello di inclusività che caratterizza l’azione del governo Musumeci, è stato emanato un ulteriore bando l’otto settembre scorso, che stanzia 200 mila euro per i restanti 19 Comuni siciliani e che consentirà anche di poter nominare un Energy Manager con un contratto triennale che accompagnerà le amministrazioni locali nell’attività di redazione del Paesc e seguire gli interventi progettuali in tema di transizione energetica. La domanda di contributo potrà essere presentata a decorrere dalla data di pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale della Regione e sino alle ore 12 del 45 esimo giorno successivo, all’indirizzo di posta elettronica certificata: dipartimento.energia@certmail.regione.sicilia.it.

Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
250FollowerSegui
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultimi Articoli