fbpx

Taormina diventa smart: a breve niente più file in auto “e città più sicura”

A maggio la Perla dello Ionio sarà accessibile tramite una app dedicata sviluppata da T.net: informazioni su parcheggi, qualità dell'aria ed assembramenti, ma non solo. "Soprattuto renderà la città più sicura, un tema molto caro oggi ai turisti", spiega il sindaco Bolognari

Taormina diventa smart city: una collaborazione con T.net renderà la Perla dell’Ionio una reale città connessa. Con la promessa di ridurre le file in autostrada per raggiungerla unita alla possibilità di avere informazioni turistiche, sulle disponibilità di alberghi, di ristoranti e spettacoli, e soprattutto di aumentare la sicurezza complessiva, stradale e non. Il tutto con servizi in tempo reale, accessibili da tutti dal proprio smartphone. “Vedremo tutto all’opera tra poche settimane, si tratta di un progetto adattato alle reali esigenze di una città con poco più di diecimila residenti, ma di fatto una presenza reale di persone ogni giorno almeno quattro volte superiore”, spiega il professore Mario Bolognari, sindaco della città simbolo del turismo in Sicilia.

Leggi anche – Taormina, piano per il rilancio turistico: destagionalizzare con i grandi eventi

Poco spazio, tante persone: luogo ideale per il progetto

Ospite nei giorni scorsi all’interno della fiera Ecomed, il primo cittadino parla della sua città, meta turistica per oltre un milione di persone nel periodo pre-pandemico, come il luogo ideale dove applicare uno dei moduli “Smart City Block” sviluppati dalla T.net, che ha ricevuto un finanziamento di un milione di euro tramite un bando della Regione
Siciliana. La città si sviluppa del resto “in meno di quattro chilometri quadrati ma letteralmente invasa”. E con questo progetto si dovranno raggiungere dei risultati molto ambiziosi: migliorare la mobilità, innanzitutto, ma anche ridurre l’inquinamento “sia da rumore che da emissioni di anidride carbonica”, spiega il sindaco, per il quale però “una smart city significa soprattutto aumentare la sicurezza. E sappiamo che negli ultimi anni la scelta di una località turistica passa soprattutto da questo”.

Leggi anche – Taormina Gourmet, tre giorni sul fascino del vino e delle eccellenze di Sicilia

Wifi libero e app di controllo per turisti e residenti

Tra le innovazioni ci sarà naturalmente il wifi, liberamente usufruibile da cittadini e turisti, che potranno anche ricevere informazioni specifiche sui vari POI (punti di interesse) e comprare biglietti per mezzi ed eventi, il tutto tramite una app dedicata. Ma, come sottolineato dal sindaco Bolognari, “la città sarà più sicura dal punto di vista sanitario, dell’antiterrorismo e migliorerà la vivibilità anche per famiglie, giovani e anziani. Si tratta di un tema che p diventato il centro della soluzione tecnica di cui abbiamo parlato con Tnet. E uno studio di qualche anno fa conferma che Taormina viene molto richiesta perché sicura. Non facciamo altro che confermare questo”. Per monitorare la città in ottica di smart security sono state quindi installate varie telecamere e sensori nei punti principali della città, con particolare attenzione all’asse Palazzo dei congressi – Teatro Antico, e con sistemi di monitoraggio per la qualità dell’aria, utili anche per un eventuale allerta metereologica, installati a Porta Catania, al parcheggio Mazzarò e alla Villa comunale.

Leggi anche – Turismo, i prezzi delle case vacanze nel messinese. Panarea supera Taormina

Sicurezza stradale in primo piano

“Naturalmente – prosegue il sindaco – dall’app il turista può avere accesso a tutti i dati di monitoraggio, con valutazione della qualità dell’aria in città o in punti specifici come Teatro o villa, per esempio”. Il turista che vuole andare a Taormina può anche sapere “se ci sono posti disponibili nei parcheggi, e decidere se raggiungere o meno la città”. Per i residenti le possibilità diventano secondo Bolognari più legate ad aspetti come la sicurezza stradale. Inoltre Taormina, prosegue il primo cittadino, è attraversata “da una galleria stradale lunga un chilometro e mezzo, che può diventare una tomba in caso di incendio o incidente. La sicurezza stradale è certamente uno degli aspetti che più interessano i cittadini, che possono essere avvertiti per tempo senza correre pericoli”.

- Pubblicità -

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli