fbpx

Torna l’eolico “onshore”, nuovo impianto PPA di Edison nel trapanese

A Partanna sarà realizzato entro il 2025 l'impianto da 22 MW e con capitali interamente privati, senza quindi usufruire di incentivi. Si tratta di uno dei primi esempi di Power Purchase Agreement (PPA), nello specifico con il gruppo GR Value ed il partner Swiss Life Asset Managers

Eolico “onshore” in Sicilia: Edison torna a investire nell’energia pulita ricavata dal vento. E lo fa nel trapanese, aree che per prima ha visto lo sviluppo delle “pale eoliche” nell’Isola. La società energetica italiana ha infatti annunciato di aver firmato il Power Purchase Agreement (PPA), per la realizzazione di un impianto eolico a Partanna in provincia di Trapani di proprietà della Joint Venture tra il gruppo GR Value ed il partner Swiss Life Asset Managers. L’impianto eolico è tra i primi merchant addizionali d’Italia ed entrerà in esercizio nel secondo semestre del 2025

Leggi anche – Fotovoltaico ed eolico: in Italia poca energia, ma la Sicilia alimenta Amazon

Impianti totalmente privati e senza incentivi

L’accordo ha una durata decennale e prevede il ritiro da parte di Edison di tutta l’energia rinnovabile prodotta (attestato dalle relative garanzie di origine), mentre GR Value si occuperà della realizzazione, costruzione e successiva gestione operativa dell’asset. Grazie al PPA sottoscritto tra i due operatori, gli impianti saranno realizzati interamente attraverso investimenti privati, senza usufruire del meccanismo di incentivazione previsto per le fonti rinnovabili. L’impianto eolico in Sicilia avrà una potenza installata di circa 22 MW e sarà uno dei primi realizzati in Italia attraverso lo strumento del PPA. La partnership con la Joint Venture tra il gruppo GR Value ed il partner Swiss Life Asset Managers consente di consolidare la leadership di Edison nella gestione a mercato di impianti rinnovabili di produttori terzi e si inserisce nel più ampio piano strategico del Gruppo di Foro Buonaparte che prevede investimenti per oltre 5 miliardi di euro nel settore rinnovabili da qui al 2030.

Leggi anche – Idrogeno, Sicilia protagonista. Ma i progetti sono fermi e i “costi esagerati”

Previsti altri impianti nel progetto “Mazara-Calamita”

L’area dove verrà realizzato l’impianto è quella del comune di Partanna, ma nei prossimi anni sono previsti ulteriori sviluppo fino a un totale di 48 MW installati da parte della stessa Edison nei comuni di Mazara del Vallo, Marsala, Salemi, Santa Ninfa e Castelvetrano. Si tratta del progetto denominato “Mazara-Calamita” la cui procedura di Valutazione di impatto ambientale è stata completata negli scorsi giorni. Il progetto prevede in totale 8 nuovi aerogeneratori da 6 MW ciascuno, oltre alle relative opere di connessione alla rete elettrica, ma non si tratta certo di una novità per il territorio trapanese. La provincia è già caratterizzata per la forte presenza di impianti eolici, che hanno generato polemiche per l’impatto sul paesaggio e soprattutto per il coinvolgimento nel business dell’eolico del boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro. Polemiche che per quanto riguarda l’eolico sono proseguite con l’ipotesi, bocciata per presunti rischi alla pesca, di un grande impianto “offshore” alle isole Egadi.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli