fbpx

Tre centri storici nella prima rete siciliana del turismo accessibile

Enna, Aidone e Piazza Armerina diventano "inclusive" grazie al progetto della Cooperativa Mare. Da oggi una serie di strumenti come video in LIS, podcast interattivi, mappe tattili e kit digitali per conoscere meglio il patrimonio culturale dei tre Comuni siciliani

Mappe tattili, podcast interattivi, video nella lingua dei segni, schede in linguaggio semplificato e speciali kit digitali per bambini. È in Sicilia la prima rete di centri storici dotati di percorsi accessibili agli utenti con disabilità sensoriali e intellettive. Si tratta delle città di Enna, Aidone e Piazza Armerina. Da oggi diventano più inclusive grazie ad un progetto che ha permesso di realizzare una serie di percorsi studiati appositamente per persone cieche, ipovedenti, sorde, ipoacusiche e con disabilità intellettive. Sarà così possibile rendere l’esperienza di visita appagante tramite altri sensi.

La Cooperativa Mare e le iniziative di inclusione

L’attuazione è stata resa possibile grazie al lavoro di Cooperativa Mare. È una realtà impegnata nella realizzazione di iniziative di inclusione per favorire l’accesso alla cultura da parte di una quanto più ampia platea di fruitori. La cooperativa ha messo a punto una serie di interventi all’interno dei centri storici dei tre Comuni coinvolti. Obiettivo, migliorare la fruizione ed il racconto del territorio, avvicinando alla cultura anche bambini e bambine. Il progetto, dal costo di circa 90 mila euro, è stato realizzato attraverso il sostegno del bando Cultura Crea 2.0 in collaborazione con le Pro loco di Enna, Aidone e Piazza Armerina. Coinvolte le istituzioni territoriali, in particolare i sindaci e gli assessorati dei tre Comuni coinvolti. Fondamentale la co-progettazione e la supervisione di consulenti con disabilità, che hanno lavorato attivamente al progetto, testando ed approvando i contenuti.

Tre percorsi cittadini che partono dalle Pro Loco

L’iniziativa ha visto l’ideazione di tre percorsi cittadini – uno per ogni Comune coinvolto – all’interno dei quali sono stati selezionati luoghi e monumenti di particolare rilevanza storica. Ogni percorso parte dalle Pro loco, punto di accesso alla visita dei tre borghi. Da qui è possibile comprendere come si struttura l’itinerario, attraverso una serie di mappe tattili, riproduzioni dei principali monumenti, targhe in braille con informazioni sui luoghi da visitare e schede studiate appositamente per chi ha difficoltà intellettive. A supporto di questi strumenti è stato realizzato anche un qr code, scannerizzabile con lo smartphone. Lo si trova all’interno delle Pro loco e dà accesso ad una serie di video in Lis e podcast di ausilio alla visita tattile dei luoghi. Serve per percorrere gli itinerari nei centri storici guidati da un “Cicerone” virtuale in grado di accompagnare i visitatori passo dopo passo, immergendoli dentro una storia.

Una voce che narra le bellezze del territorio

La soluzione è stata pensata per coinvolgere non soltanto le persone cieche, ma tutti coloro che vogliono godersi l’esperienza in modo completo ed appagante. Per loro il supporto di una voce narrante che li accompagna alla scoperta delle bellezze del territorio. Tutti materiali sono fruibili attraverso un’apposita piattaforma completamente accessibile, progettata e realizzata da Cooperativa Mare. I podcast iniziano con una parte introduttiva al percorso e alla distribuzione dei principali monumenti, per poi proseguire con la descrizione dettagliata. Sei i contenuti di Enna (oltre all’introduzione il Castello di Lombardia e la Rocca di Cerere, la Torre di Federico, il Duomo e il belvedere). Cinque quelli di Piazza Armerina (il museo del Palio, la Cattedrale di Maria Santissima delle Vittorie e la Chiesa di San Pietro) e Aidone (le chiese di San Domenico, Sant’Anna e Santa Maria la Cava).

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli