fbpx

Antifrodi Alimentari, la terza sede siciliana sarà nel mercato di Vittoria

Una nuova sede dell’Ispettorato Antifrodi Alimentari in Sicilia, a Vittoria. Un punto di riferimento per tutto il Sud-Est siciliano per la tutela della produzione agricola e per la sicurezza dei consumatori. I locali, comunali e in comodato d'uso, saranno all'interno del mercato ortofrutticolo di contrada Fanello

La Sicilia sarà l’unica regione italiana ad avere tre sedi dell’Ispettorato Antifrodi Alimentari. Vittoria si aggiunge a quelle già operanti a Palermo e Catania, quest’ultima sede anche del laboratorio di analisi. La decisione di aprire una sezione a Vittoria è stata dell’esecutivo Draghi e confermata dal governo Meloni e proprio nei giorni scorsi si è svolto un sopralluogo nei locali che il Comune metterà a disposizione in comodato d‘uso all’interno dell’area del mercato ortofrutticolo di contrada Fanello. Il governo assicurerà la presenza dei funzionari e dei dipendenti. Ora si attende la firma del decreto ministeriale che dovrà istituire il servizio. Subito dopo, si è svolto un incontro con i commissionari ortofrutticoli. Il presidente dell’Associazione concessionari di Vittoria Giuseppe Zarba sottolinea la sinergia positiva di esponenti di vari partiti politici e delle istituzioni vittoriesi per cui si dice “soddisfatto”.

Leggi anche – Agricoltura, in Sicilia 2.000 dipendenti in meno nel 2021. Reggono gli autonomi

Vittoria sede logistica per il sud est

L’Ispettorato Antifrodi Alimentari a Vittoria sarà punto di riferimento per tutto il Sud-Est siciliano, anche per tutta la fascia trasformata, permettendo di controllare la vasta area di produzione che va da Licata a Pachino comprendendo anche la zona di Mazzarrone e del calatino. Sarà possibile individuare con più facilità merce estera con provenienza non sicura o eventualmente venduta come italiana, controllando anche la qualità e l’eventuale presenza nei prodotti di pesticidi e prodotti vietati in Italia, come il bromuro di metile.

Leggi anche – Agricoltura, accoglienza, innovazione: gli orti in acquaponica di Proxima

Il sindaco Aiello: “Garantire controlli di qualità”

“Negli anni è il servizio reso è stato sicuramente prezioso – ha detto in sindaco Francesco Aiello – ora esso deve essere potenziato e valorizzato rispetto alle problematiche del dumping, della tutela dei consumatori e delle produzioni nazionali rispetto alle quelle che trovano ingresso senza controlli in Italia e in Europa, da tutto il mondo, senza limiti quantitativi e qualitativi. Il Servizio Repressioni Frodi può aiutare questo territorio a confrontarsi con queste dinamiche, a verificarle, a controllarle. Può anche mettere ordine rispetto alle pratiche commerciali sleali e alle anomalie che si possono determinare”. Non solo. Secondo il primo cittadino la presenza del servizio repressione frodi può contribuire a migliorare l’immagine dei prodotti e dell’ortofrutta di questa zona. “Il territorio e il mercato di Vittoria potranno essere riconoscibili e riconosciuti come luoghi di produzione trasparenti, di conformità dei prodotti alle norme comunitarie”.

- Pubblicità -

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
350FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli