fbpx

Bilancio riequilibrato per il Comune di Taormina: c’è il via libera

L'ipotesi proposta dal Comune è stata approvata dalla Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali. Per il sindaco Bolognari "è una notizia importante e buona" e adesso la Giunta potrà proporre al Consiglio comunale il bilancio di previsione

La Cosfel, la Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali, riunitasi presso il ministero dell’Interno, ha approvato mercoledì l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato 2021-2023 del Comune di Taormina. “È una notizia importante e buona – commenta il sindaco, Mario Bolognari – un vero regalo di Natale. Adesso la Giunta dovrà proporre al Consiglio comunale il bilancio di previsione vero e proprio. Quindi si passerà rapidamente ai bilanci 2022-2024 e 2023-2025, riallineando anche nei tempi gli obblighi dell’ente. Così sarà possibile separare nettamente la gestione corrente del bilancio, che è perfettamente in equilibrio, dalla gestione straordinaria dell’ indebitamento del passato, che si ferma al 31 dicembre 2020. L’approvazione della ipotesi ci consente già nei prossimi giorni di mettere a disposizione dell’Osl (Organo straordinario di liquidazione) 14 milioni di euro per il pagamento di una consistente parte dei debiti. Un passaggio che finalmente ci consente di avviare l’opera di risanamento grazie alla dichiarazione di dissesto finanziario fatta nel luglio 2021”.

L’attività di riordino delle società partecipate

“Tuttavia, se ci fermassimo a questo – prosegue il primo cittadino – non saremmo del tutto in regola. Bisogna ricordare che dal 2016 è obbligatorio approvare i bilanci dei Comuni in forma consolidata, cioè tenendo conto anche delle risultanze delle società partecipate. In particolare, per Taormina abbiamo dovuto mettere ordine anche nel Consorzio della rete fognante e nell’Asm (Azienda servizi municipalizzati)”. Il Consorzio ha approvato diverse annualità di bilanci di previsione e consuntivi nello scorso luglio, mentre ha proceduto al riconoscimento dei debiti fuori bilancio per complessivi cinque milioni di euro, per i quali è stata trovata la copertura finanziaria. Più lunga è stata l’opera di risanamento dell’Asm, con l’approvazione nel 2021 di ben dieci bilanci, la sottoscrizione e il pagamento della transazione per € 2,4 milioni di euro, dovuti dal Comune per servizi resi nell’arco degli anni. Quindi è stata revocata la liquidazione e rimessa nella ordinaria gestione una azienda vitale per la città di Taormina.

“La traversata del deserto si è conclusa”

“L’insieme delle operazioni – conclude Bolognari – che hanno comportato anni di impegno con relativa assunzione di responsabilità, ci consente oggi di poter dire che la lunga traversata del deserto si è conclusa. Traversata fatta di lavoro quotidiano, serietà nel silenzio, impegno morale verso la pubblica amministrazione e la cittadinanza. Infatti, tutto questo è stato fatto senza gravare sulle tasche dei cittadini e delle imprese, senza squilibrare il bilancio di competenza annuale, ponendo basi solide per il risanamento del comune e delle sue partecipate”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
350FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli