fbpx

Cassa integrazione, in Sicilia l’impennata della ‘straordinaria’

Gli ultimi dati diffusi dall'Inps fanno registrare un calo del 70 per cento della Cig ordinaria, mentre quasi si azzera la Cassa in deroga. Quasi 187 mila le richieste in favore di chi ha perso l'occupazione (Naspi), oltre 22 mila rispetto all'anno scorso

Hanno raggiunto i 46 milioni le ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate in Italia nello scorso mese di dicembre, il 12,5 per cento in più rispetto al precedente mese di
novembre (41 milioni) e il 61,7 per cento in meno rispetto a dicembre 2021, nel corso del quale erano state autorizzate 120 milioni di ore. La misura, com’è noto, è destinata ai lavoratori sospesi dal lavoro o che operano con orario ridotto a causa di difficoltà produttive dell’azienda e i dati derivano dall’ultimo report Inps. L’Istituto registra in Sicilia una drastica diminuzione (il 70 per cento ) della Cassa integrazione ordinaria, a fronte di una cassa integrazione straordinaria che si quintuplica e di un regime in deroga praticamente azzerato.

Fonte: Inps – Report mensile gennaio 2023 – Coordinamento generale statistico attuariale

Cassa ordinaria: un calo del 70 per cento

Le ore di cassa integrazione ordinaria (Cigo – Cassa integrazione guadagni ordinaria) autorizzate a dicembre 2022 sono state in tutte le regioni d’Italia 20,1 milioni. Nel mese di novembre erano state autorizzate 25,4 milioni di ore: di conseguenza, la variazione congiunturale è del -20,8 per cento. A dicembre 2021 le ore autorizzate erano state 37,3 milioni. La Sicilia ha fatto registrare una considerevole diminuzione delle ore di cassa integrazione ordinaria tra il mese di dicembre 2022 e quello di dicembre 2022: quasi 174 mila ore contro le quasi 600 mila dell’anno precedente, con un calo che supera il 70 per cento. A considerare tutti i mesi degli anni di riferimento, la variazione è negativa e supera l’80 per cento, quasi in linea con il dato nazionale. La Cigo è rivolta alle aziende industriali non edili e alle aziende industriali ed artigiane dell’edilizia e del settore lapideo che sospendono o riducono l’attività aziendale a causa di eventi temporanei e transitori, come ad esempio la mancanza di commesse o le avversità atmosferiche.

Fonte: Inps – Report mensile gennaio 2023 – Coordinamento generale statistico attuariale

Cassa straordinaria: il quintuplo dopo un anno

La Cigs (Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria) in Sicilia si è di fatto quintuplicata al confronto tra il mese di dicembre 2022 e il corrispondente dell’anno precedente: sono state autorizzate 503 mila ore, contro le 77 mila del 2021, con un incremento del 549 per cento. Oltre due milioni di ore in più, a voler confrontare gli anni per intero, con un +35 per cento. In Italia, il numero di ore di cassa integrazione straordinaria autorizzate a dicembre 2022 è stato di 23,4 milioni, di cui 3,8 per solidarietà, con un incremento del 28,9 per cento rispetto a quanto autorizzato nello stesso mese dell’anno precedente (18,2 milioni di ore). La Cigs interviene nei casi di ristrutturazione, riorganizzazione e riconversione aziendale o per crisi aziendale di particolare rilevanza sociale ed è destinata tra l’altro ad aziende con, in media, più di 15 dipendenti, dei settori industriali ed edili, dell’artigianato dell’indotto, dei servizi di mensa e ristorazione dell’indotto, delle cooperative agricole.

Fonte: Inps – Report mensile gennaio 2023 – Coordinamento generale statistico attuariale

Quasi azzerata la Cassa integrazione in deroga

Secondo il monitoraggio dell’Inps, la Sicilia ha visto azzerarsi le ore di Cassa integrazione “in deroga” al raffronto tra i mesi di dicembre 2022 e 2021. Una diminuzione di oltre il 94 per cento al confronto tra gli anni. Il dato è assolutamente in linea con il trend nazionale: complessivamente nel Paese gli interventi in deroga sono stati pari a 0,03 milioni di ore autorizzate a dicembre 2022. A dicembre 2021 le ore autorizzate in deroga erano state 23,3 milioni con una variazione tendenziale del -99,8 per cento. I trattamenti in deroga coprono i lavoratori (compresi interinali e lavoratori a domicilio) di imprese escluse dalla Cassa ordinaria e straordinaria, ovvero alle aziende che hanno fruito degli strumenti ordinari fino a raggiugerne i limiti di durata e nei casi in cui le imprese versino in grave crisi occupazionale.

Fonte: Inps – Report mensile gennaio 2023 – Coordinamento generale statistico attuariale

Disoccupazione: in Sicilia quasi 187 mila richieste

Per quanto riguarda i fondi di solidarietà costituiti in accordo tra organizzazioni sindacali e imprenditoriali per sostenere il reddito in costanza i lavoro, il numero di ore autorizzate in tutta Italia, a dicembre 2022, è stato di 2,6 milioni e ha registrato un decremento rispetto al mese precedente del -20,3 per cento. Nel mese di dicembre 2021 le ore autorizzate erano 41,9 milioni con una variazione tendenziale del -93,8%. Netta la diminuzione anche in Sicilia: -93 per cento. Quanto alla Naspi, la prestazione economica che sostituisce l’indennità di disoccupazione e viene erogata, per una durata massima di due anni, in favore dei lavoratori dipendenti che abbiano perduto involontariamente l’occupazione, i dati vedono un aumento nazionale di 200 mila domande e in Sicilia un aumento di 22.600 domande, che fanno sfiorare la soglia di 187 mila richieste di sostegno.

Fonte: Inps – Report mensile gennaio 2023 – Coordinamento generale statistico attuariale
- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
350FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli