fbpx

Catania, gli operai forestali attendono arretrati

"Centinaia gli operai catanesi dell’Azienda forestale ancora in attesa di arretrati, mentre gli ex articolisti dell’ente che svolgono funzioni amministrative non possono procedere nelle operazioni contabili". La denuncia segretari di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil Catania

A Catania gli operai forestali attendono arretrati proprio in un momento di grande difficoltà, tra caldo-killer e roghi. Sono “centinaia gli operai catanesi dell’Azienda forestale ancora in attesa di arretrati, mentre gli ex articolisti dell’ente che svolgono funzioni amministrative non possono procedere nelle operazioni contabili perché anch’essi coinvolti in una difficile vertenza. Un altro paradosso di Sicilia“. La denuncia è dei segretari di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil Catania Alfio Turrisi, Giuseppe Glorioso e Nino Marino. La situazione della struttura regionale è di “semiparalisi“. Questa la definizione emersa al termine di una riunione del Comitato paritetico provinciale etneo, alla quale ha preso parte il dirigente dell’Azienda forestale Agatino Sidoti.

Gli ex articolisti tengono in piedi gli uffici

“L’Azienda forestale catanese – spiegano gli esponenti sindacali nel denunciare che gli operati forestali attendono arretrati – è quasi interamente fondata per le funzioni amministrative e contabili sul servizio garantito dagli ex articolisti, da anni impegnati in funzioni superiori che le istituzioni politiche non riconoscono di fatto omettendo, malgrado le promesse, nelle riclassificazioni del personale. Al disagio di questi lavoratori, costretti allo sciopero bianco, si somma il disagio degli operai forestali che stanno subendo notevoli e ingiustificati ritardi nella corresponsione delle spettanze. Una situazione destinata ad appesantirsi nei prossimi mesi”.

Operai forestali in attesa dello stipendio di maggio

“A oggi – aggiungono Turrisi, Glorioso e Marino – gli operai forestali attendono arretrati e non hanno ancora percepito lo stipendio di maggio che pure è stato il loro primo mese di attività da stagionali. Hanno, invece, percepito solo da pochi giorni le paghe di giugno ma neppure tutti. Per circa 150 operai del terzo distretto Cantiere Nave di Bronte, a causa di presunte questioni burocratiche a noi del tutto incomprensibili, è stato necessario un invio-bis dei mandati in Ragioneria. A questo proposito, abbiamo avuto rassicurazioni sulla soluzione del problema per la prossima settimana. Intanto, non possiamo che protestare per la cronica incertezza con la quale i forestali e le loro famiglie devono fare giornalmente i conti mentre facciamo appello alla politica regionale, in particolare ai rappresentanti catanesi nel Governo e all’Ars, perché affrontino le criticità e trovino soluzioni per garantire dignità e diritti dei lavoratori“.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli