fbpx

Da oggi l’Ars si può “autosciogliere”

L'assemblea regionale potrà far terminare la legislatura autonomamente. Con le conseguenti dimissioni anche del presidente della Regione. Lo annunciano i deputati M5s Cappello e Zafarana

L’Autoscioglimento dell’Ars è legge. “A partire dalla prossima legislatura basteranno le dimissioni contemporanee di 36 deputati per mandare a casa il Presidente della Regione e porre fine alla legislatura, attraverso lo scioglimento del Parlamento. Una eventualità prevista dallo Statuto, ma che ora può diventare operativa grazie alle norme attuative”. Lo annunciano i deputati del Movimento Cinquestelle all’Assemblea regionale siciliana Francesco Cappello (componente della commissione Statuto) e Valentina Zafarana. Tra le norme approvate anche quella relativa alle cosiddette “quote rosa”: dalla prossima legislatura dovranno essere donne almeno un terzo di dei componenti del governo. Si tratta “di un traguardo importante di grande modernità che pone ancora una volta la Sicilia all’avanguardia rispetto alle altre regioni. E un punto di partenza per la parità di genere”, secondo Maria Testone, deputata Ars di Forza Italia

Leggi anche – Statuto, le tasse di Unicredit in Sicilia. “Nulla da festeggiare”

Una norma che attua lo Statuto regionale

I due deputati del M5s, che avevano presentato un disegno di legge apposito, sottolineano come non fosse “mai successo nella storia del Parlamento. Siamo orgogliosi di avere tradotto nella pratica una norma che finora era solo sulla carta”. Oltre a questa norma, nella legge appena approvata all’Ars, che disciplina pure la forma di governo e la nomina degli assessori, ci sono altri contributi del M5S, che consentiranno di applicare altri articoli dello Statuto regionale. “Un lavoro – commenta Zafarana – fatto anche nell’ottica di rafforzare il peso del Parlamento, che rappresenta i siciliani, nei rapporti istituzionali con il governo regionale”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
341FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli