fbpx

Depurazione, a Ribera parte il cantiere per completare la rete fognaria  

I lavori permetteranno al comune agrigentino di superare l'infrazione Ue, "giunta fino allo stadio di condanna al pagamento di una sanzione pecuniaria". Il dettaglio degli interventi

Cominciano a Ribera, in provincia di Agrigento, i lavori per il completamento della rete fognaria. La Struttura del Commissario Unico per la Depurazione Maurizio Giugni ha infatti consegnato stamani alla ditta aggiudicataria (G.N.G Srl) i lavori di completamento della rete fognaria: una consegna per ora parziale, in attesa di completare la bonifica sistematica terrestre da residuati bellici su alcune aree interessate dall’intervento, che consentirà intanto di avviare la realizzazione delle opere. Queste permetteranno di far uscire Ribera dall’infrazione comunitaria 2004/2034, giunta fino allo stadio di condanna al pagamento di una sanzione pecuniaria (C-251/17) per il mancato adeguamento alla direttiva sulle acque reflue urbane.  

Leggi anche – Depurazione, in Sicilia progetti per 120 milioni. Avviso pubblico per le verifiche

“Collettori fatiscenti”

Il complesso degli interventi riguarderà in particolare l’area ovest dell’abitato, con il collettamento all’esistente depuratore in contrada Costa Coniglia. Il progetto prevede il rifacimento della rete nera del quartiere S. Antonino, in una zona nella quale gravitano circa seimila abitanti equivalenti servita da collettori fatiscenti, con diverse rotture che non permettono un efficace convogliamento delle acque. È prevista la realizzazione di un impianto di sollevamento, di otto collettori principali per 2,5 km di tracciato e cinquantotto secondari di complessivi 3,6 chilometri, che assieme alle altre opere in progetto dovranno consentire a tutta la cittadina di Ribera di poter portare i reflui al depuratore.  

Leggi anche – Depurazione, i lavori per la rete fognaria di Palermo ripartono da Santa Flavia

Superare l’infrazione

“La partenza del cantiere”, spiega il Sub Commissario Riccardo Costanza, “è un momento molto importante per questa comunità, che a breve potrà contare su una rete fognaria efficiente. Non si tratta”, osserva Costanza, “solo di cancellare la multa che paghiamo all’Europa, per questo come per altri agglomerati in infrazione, ma di restituire adeguate condizioni ambientali al territorio che facciano da base al rilancio economico e produttivo”. “Sono estremamente soddisfatto”, afferma il Sindaco di Ribera Matteo Ruvolo, “per l’avvio dei lavori sulla rete fognaria: un intervento fondamentale per la nostra città, ed in particolare per lo storico quartiere di S. Antonino e per i residenti”.

Leggi anche – Depurazione, Ue riduce le sanzioni per l’Italia. In Sicilia servono altri interventi

Servizio per i cittadini

“L’avvio dei lavori”, prosegue Ruvolo, “garantirà ai cittadini residenti finalmente dopo tantissimi anni di attesa, di avere un sistema fognario efficiente e di poter vivere in condizioni ottimali dal punto di vista igienico sanitario, oltre che superare l’infrazione comunitaria. I lavori di rifacimento della rete fognaria, unitamente agli altri progetti che si stanno portando avanti”, aggiunge il Sindaco, “si inseriscono nell’ottica di sviluppo e ammodernamento del nostro comune, che è obiettivo prioritario della mia Amministrazione, per offrire ai cittadini un miglioramento dei servizi”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli