fbpx

Idrogeno, borsa di studio di Amg Energia, Cnr e Università di Palermo

Il nuovo dottorato di ricerca segue l'ipotesi di realizzare un Centro Nazionale di Alta Tecnologia in Sicilia. Accordo tra la società del gas del capoluogo, l'ateneo e il Consiglio nazionale delle ricerche

La Sicilia punta sull’idrogeno come nuovo vettore energetico polifunzionale. Amg Energia, la società partecipata del Comune di Palermo che si occupa di distribuzione metano e pubblica illuminazione, ha attivato una convenzione con l’Università di Palermo ed il Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) e sta procedendo al cofinanziamento di una borsa di dottorato di ricerca sul tema delle tecnologie per la produzione, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno in contesti urbani. La società ha già manifestato il proprio interesse a sostenere la costituzione in Sicilia del nuovo “Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno” promosso dal Dipartimento dell’Energia della Regione. In questo modo, “si inserisce a pieno titolo nel percorso di transizione energetica che assegna alla tecnologia dell’idrogeno un ruolo centrale nella decarbonizzazione sia a livello nazionale, nell’ambito del Pnrr, che a livello internazionale”, scrive Amg Energia in una nota inviata alla stampa.

Dottorato di ricerca in “Energy”

La borsa di studio, della durata di tre anni, riguarda il dottorato di ricerca in “Energy” del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo e sarà finanziata da Amg Energia in partenariato con il Cnr-Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia Nicola Giordano del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-Itae) che ha sede a Messina. È stata già stipulata la convenzione tra il presidente di Amg Energia Mario Butera, dal rettore Fabrizio Micari e dal direttore del Cnr-Itae Antonino Salvatore Aricò, e la borsa di studio sarà inserita nel bando di accesso ai corsi di dottorato di ricerca di prossima pubblicazione da parte dell’università. In azienda vengono già svolti tirocini curriculari ed extracurriculari.

Leggi anche – Centro per l’idrogeno in Sicilia, Baglieri: “Grande interesse, arrivate 70 istanze”

Borsa da 63 mila euro nel triennio

La borsa di studio ha un importo complessivo di circa 63 mila euro e una durata di tre anni a partire dall’anno accademico 2021-2022. Riguarda la tematica specifica delle tecnologie per la produzione, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno in contesti urbani. “Il tema che verrà approfondito – sottolinea Mario Butera – è quello dell’analisi tecnica, economica, ambientale e sociale delle tecnologie dell’idrogeno nel contesto metropolitano, con particolare riferimento al possibile utilizzo dell’infrastruttura di rete di distribuzione di gas naturale nonché allo sviluppo di nuove attività aziendali finalizzate all’efficienza energetica. La prospettiva è quella dello sviluppo di una hydrogen economy di livello regionale, in connessione con eventuali partnership scientifiche, filiere industriali, enti territoriali e nuove reti infrastrutturali (relative a produzione, stoccaggio, distribuzione) in modo da costituire un hub energetico di valenza euro-mediterranea. Come riportato nel piano industriale 2021-2023 di AMG Energia, l’azienda è fortemente interessata allo sviluppo delle nuove tecnologie energetiche che includono in particolare l’idrogeno”.

Leggi anche – Energia dall’idrogeno, la Sicilia si candida come sede nazionale

La prospettiva del Centro Nazionale

Per la società si tratta di un’opportunità importante per valorizzare la rete di distribuzione di gas naturale di Palermo, articolata lungo circa 900 chilometri di condotte con oltre 160 mila punti di riconsegna, e per innovare, dal punto di vista tecnologico e gestionale, la sfera dei servizi energetici svolti dalla società. Il tutto naturalmente passa anche dalla proposta di costituire in Sicilia il “Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno”, candidatura portata avanti dal Dipartimento dell’Energia dell’assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di pubblica utilità. La società, infatti, ha risposto all’avviso pubblico promosso dalla Regione manifestando il proprio interesse a sostenere e a partecipare attivamente al programma di interventi per la costituzione in Sicilia del centro e chiedendo l’iscrizione alla lista dei soggetti pubblici individuati come stakeholder.

Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
250FollowerSegui
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultimi Articoli