fbpx

Pnrr, otto miliardi per le Università. Catania punta su edilizia e ricerca

Oltre un miliardo di euro per le residenze universitarie, altri sette miliardi per la ricerca. Saranno questi gli stanziamenti del Piano nazionale di ripresa per gli Atenei italiani

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza rappresenta una straordinaria opportunità di investimento sul capitale umano, sulla formazione, sulla ricerca e sulla terza missione. Un’opportunità fondamentale per la costruzione di un forte legame tra le università e il mondo economico. Dal Pnrr, infatti, potranno arrivare sul panorama universitario italiano 1,3 miliardi di euro per la realizzazione del Piano straordinario per l’edilizia residenziale universitaria e altri sette miliardi di euro per il Piano straordinario della ricerca.

Leggi anche – Classifica Arwu 2021 delle università, Catania è undicesima in Italia

Risorse per ricerca e didattica

È quanto emerge dal XVIII Convegno annuale dei Direttori generali e dei dirigenti delle Università italiane che si è svolto a Roma nei giorni scorsi a cui hanno partecipato oltre 80 istituzioni universitarie pubbliche e private, con oltre 200 partecipanti, tra direttori generali e dirigenti. “Sarà fondamentale intercettare queste risorse che possono essere destinate al miglioramento delle infrastrutture edilizie del nostro ateneo dedicate alla ricerca, alla didattica e alla residenzialità universitarie”, spiega il direttore generale dell’Università di Catania, Giovanni La Via. “Tra le varie linee penso alla realizzazione di progetti già cantierabili, all’acquisto di attrezzature da destinare alla ricerca e allo sviluppo di ricerche insieme con le imprese con l’obiettivo di rafforzare il legame tra il nostro ateneo e il territorio”.

Leggi anche – Università, Catania leader siciliana nelle classifiche internazionali

Potenziare il personale

Previsti fondi del Pnrr anche per la digitalizzazione dei processi, l’integrazione dei sistemi informativi e il governo degli indicatori con le università chiamate a sostenere e implementare dinamicamente i processi di trasformazione digitale del Paese.
E ancora fondi per il potenziamento numerico e qualitativo del personale tecnico-amministrativo attraverso la semplificazione delle regole del reclutamento e il focus sulle nuove competenze oltre alla eliminazione o almeno importante attenuazione dei vincoli sulla spesa corrente degli atenei.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
311FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli