fbpx

Regione, sì ai maxi schermi nei locali per la finale degli Europei. Soddisfatta Fipe

I monitor dovranno essere rivolti verso gli avventori seduti ai tavoli, in modo da evitare assembramenti all'esterno. Plauso della federazione regionale dei pubblici esercizi

Un bel risultato per i gestori dei pubblici esercizi in possesso di concessione di suolo pubblico e di abbonamento televisivo commerciale, l’autorizzazione a collocare all’interno dell’area pubblica loro assegnata, schermi e/o maxi schermi, nei giorni e negli orari in cui si disputano gli incontri di calcio valevoli per il campionato Uefa Euro 2020. Lo scrive in una nota Fipe Confcommercio Sicilia. Il permesso, spiega l’associazione, consentirà di posizionare i monitor rivolti verso gli avventori seduti ai tavoli, precludendo in tal modo la visione ad altre eventuali persone che possono stazionare nelle vicinanze dei locali creando assembramenti.

Leggi anche – Spettacoli ed eventi pronti a ripartire. Le proposte alla Regione

La decisione della Regione

L’autorizzazione arriva dalla Direzione “Sviluppo Attività Produttive – SUAP – Ufficio Tutela del Consumatore” con il parere positivo dell’assessore al ramo, nel quadro delle attività di promozione turistico culturale della città ed in sinergia con il comparto della ristorazione, per offrire la più ampia possibilità di fruizione della città, offrendo ai cittadini ed ai turisti la possibilità di trascorrere la serata in modo ameno, anche attraverso attività di intrattenimento culturale.

Leggi anche – Covid, un’altra estate senza ballare. Riapertura discoteche ancora nel limbo

La soddisfazione di Fipe

“Un grande lavoro di concertazione che la nostra associazione ha avviato con l’amministrazione comunale”, commenta soddisfatto il presidente provinciale della FIPE Confcommercio Dario Pistorio, “in un momento difficile come quello che le nostre attività stanno vivendo iniziative del genere sono un sostegno per gli imprenditori e un incentivo per gli avventori”. I gestori dei pubblici esercizi, titolari di concessione di suolo pubblico, sono tenuti a garantire il rispetto degli orari e delle dimensioni di occupazione del suolo pubblico assegnate.

Leggi anche – Tornano i matrimoni ma sul “green pass” è caos. “Controlli scaricati sui catering”

Le regole da rispettare

Chi posiziona lo schermo dovrà assicurare dunque il transito dei mezzi di soccorso e di vigilanza; il libero ed incondizionato accesso dei residenti alle proprie abitazioni od ai garage e la piena fruibilità degli ingressi e delle vetrine degli altri esercizi commerciali, salvo espresso assenso di quest’ultimi, nonché la piena disponibilità degli stalli riservati ai diversamente abili; il rispetto dei valori limite di immissioni sonore nell’ambiente e degli orari stabiliti, e segnatamente: 65 dB (A) fino alle ore 22 e 55 dB dalle ore 22 fino alla conclusione degli incontri di calcio e comunque non oltre mezzanotte e mezza; ogni accorgimento utile ad evitare qualsiasi forma di assembramento nelle immediate vicinanze del locale.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
324FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli