fbpx

Un milione e mezzo di euro alle aziende orticole del Distretto Sud-est

Le imprese che operano nel Distretto orticoloSud Est Sicilia, dislocate in 18 comuni di cinque province, realizzeranno nuove infrastrutture digitali, acquisteranno mezzi, trattrici e strumenti colturali per abbattere i costi e migliorare la produttività

Cento aziende agricole siciliane del sud est si aggiudicano un finanziamento regionale di un milione e mezzo di euro: sono le aziende del Doses (Distretto orticolo Sud-est Sicilia), adesso inserite nella graduatoria del “Cluster in Sicilia” che ha previsto dei fondi per consorzi, cooperative e reti di imprese dei distretti produttivi siciliani. Il Doses potrà usufruire del finanziamento previsto dall’Azione 1.3.1 “Sostegno alla competitività delle imprese siciliane a valere sul Poc Sicilia 2014/2020 e sull’anticipazione Fsc 2021/2027”. La Regione siciliana finanzierà il 90 per cento del costo del progetto, mentre il restante 10 per cento sarà a  carico delle aziende del distretto. I progetti finanziati, che saranno realizzati nell’arco di due anni, permetteranno un salto di qualità alle cento imprese agricole del distretto, che si trovano nei territori di 18 comuni, in cinque province siciliane: Ragusa, Catania, Siracusa, Caltanissetta, Agrigento. L’intera progettazione è stata curata da un gruppo di lavoro guidato da Eleonora Valenti.

La tracciabilità della filiera con tecnologia blockchain

È previsto un patto di sviluppo territoriale con nuove infrastrutture digitali. Si realizzeranno investimenti di marketing e azioni commerciali, attività di internazionalizzazione. È previsto anche un sistema di tracciabilità della filiera mediante tecnologia blockchain. Un fiore all’occhiello sarà la realizzazione di piattaforme logistiche con servizi specialistici annessi. Le aziende del Distretto potranno acquistare mezzi e tecnologia che sarà a disposizione di tutti gli associati, realizzando così un’economia di scala nella gestione dei costi aziendali e, al contempo, migliorando la qualità degli interventi tecnologici nelle aziende. Si acquisteranno dei mezzi agricoli destinati all’utilizzo collettivo: trattrici, camion, case mobili per l’eventuale alloggio temporaneo degli operai in azienda.  In questo modo, si ridurranno i costi di gestione e si renderanno più efficienti le pratiche colturali.

Cassarino: “Migliorare la competitività delle imprese”

Per il miglioramento della commercializzazione è prevista anche la creazione di marchi di filiera  tramite un “disciplinare tecnico di processo” (Dtp) che permetterà di identificare la produzione del distretto, con regole e tecniche colturali comuni e certificate. Uno sguardo importante sarà sulla legalità perché si svilupperanno azioni comuni per il contrasto al caporalato, al lavoro nero, all’illegalità nel sistema di reclutamento e per garantire equi compensi e diritti dei lavoratori. In uno step successivo sarà prevista la realizzazione di un centro per lo stoccaggio della biomassa agricola e per il conferimento degli scarti di agricoltura. Per il presidente, Antonio Cassarino, “il Doses sta apprendo una strada importante che può permettere di migliorare la competitività delle imprese. L’obiettivo è la collaborazione tra le aziende. La condivisione di mezzi e strumenti è un metodo innovativo”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli